Teatro Tordinona | Roma

Sciapò arriva al rinnovato Teatro Tordinona di Roma con una rassegna da 5 spettacoli!

Sciapò al Teatro Tordinona (aprile 2014)

Sciapò al Teatro Tordinona (aprile 2014)

Si inizia martedì 15 aprile con lo spettacolo LADYOSCAR della Compagnia 20 Chiavi Teatro, storia di due tossici che non riescono a uscire dalla loro dipendenza.
Il palco mercoledì 16 sarà occupato dal monologo di Roberto Solofria IL MACERO che proprio con Sciapò ha da poco festeggiato i 10 anni di repliche, liberamente tratto dal romanzo-documento di Nanni Balestrini “Sandokan – storia di camorra”.
Giovedì 17 sarà la volta della compagnia romana I Marabutti, che propongo una rivisitazione di un grande classico, il CYRANO.
Venerdì 18 la compagnia Esposti porterà il loro monologo ROSA NURZIA, storia di una donna bloccata dal ricordo.
Infine, Sciapò lascerà la capitale con una replica dello spettacolo LA PAROLA MADRE della compagnia Teatro di Legno, liberamente tradito da un monologo di Alberto Savinio “Emma B. vedova Giocasta”.
Noi vi aspettiamo, con un cappello in mano!

INGRESSO LIBERO, USCITA A CAPPELLO!

IL TEATRO TORDINONA
Il Teatro Tordinona, costruito nel 1670, è stato il più grande ed il più prestigioso teatro romano perlomeno per tutto il ‘700 e l’800.
Fu distrutto nel 1886 per permettere la costruzione degli imponenti argini del Tevere, e quindi salvare il centro di Roma dalle continue inondazioni. Infatti, il Teatro si trovava sull’argine del Tevere ed era possibile accedervi sia dall’acqua che dalla terra.
I politici del tempo decisero, però, che non bisognasse perdere il nome, così lo IACP (Istituto autonomo Case popolari ora ATER) costruì un altro teatro col nome storico di Tordinona nel palazzo della loro sede, che sarebbe stato eretto a qualche centinaio di metri di distanza dal vecchio Teatro Tordinona (o Teatro Apollo). Inaugurato nei primi anni ‘30 del secolo scorso, il Nuovo Teatro Tordinona è attivo da allora e si è sempre distinto per la programmazione culturalmente curiosa e all’avanguardia per i tempi.
Per circa vent’anni dal dopoguerra (durante la guerra mondiale fu trasformato in rifugio antiaereo) fino al 1968, cambiò il suo nome in “Teatro Pirandello” per ricordare le frequentazioni del grande drammaturgo, per poi tornare in tempi di contestazioni e collettivi culturali al nome originario.
L’attuale gestione della “Associazione Culturale Tordinona” si associa al nome del suo direttore artistico, l’autore, regista e musicista Renato Giordano, che lo dirige ininterrottamente dal 1979 ad oggi. Gli anni della gestione di Renato Giordano confermano la vocazione moderna e contemporanea della sala di Via degli Acquasparta. Il Teatro di Rainer W. Fassbinder, degli americani Mamet, Shepard, Albee, Graczyc, dei russi Koliadà e Sadur, e di tutta la nuova drammaturgia inglese, francese e dei paesi dell’est hanno avuto la prima edizione italiana al Tordinona, così come era avvenuto in passato con Tenneesee Williams, Adamov, Genet, etc.
Ma ancor di più è impegno che il Tordinona mette nella promozione della drammaturgia italiana, ospitando presso di sé il Sindacato Nazionale Autori Drammatici e promuovendo continuamente nuovi autori con programmazioni e rassegne (ricordiamo Schegge d’autore e Serate in Corto), oltre ad ospitare serate di musica etnica e Jazz.
Dal 2012 Renato Giordano è stato affiancato nella direzione artistica da un’altra colonna del teatro romano, Ulisse Benedetti e da Dario Aggioli, giovane e sprovveduto teatrante.

Per tutte le info www.teatrotordinona.com

 

Eventi

Follow Us!

User Login